Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

domenica 27 giugno 2010

Verbania alla grande! Un po' di fortuna non guasta...

Serata calda in quel di Verbania sabato sera, la Lago Maggiore Grand Prix (10km fatti in un anello andata/ritorno da 5km sul lungolago) me l'aspettavo più fresca e invece alle 20, ora della partenza faceva un bel caldo. I partenti erano poco meno di 100 (e qui sta la fortuna), 26 le donne. Guardandomi intorno vedo Ivana Iozzia e un paio di uomini forti, per il resto però c'è poco. Mi dico "vuoi vedere che va come ai lagoni?". Ci mettiamo sulla riga di partenza e qualche altro cavallo di razza esce, ma siamo comunque in pochi, mi aspettavo decisamente più gente.

Via! Partenza forte ma visto il caldo cerco di non strafare, 3'34" il primo km e sono 16° più o meno, sento un pochino di affanno e prima del 2° km mi raggiunge la seconda donna (la Iozzia era già davanti) che mi fa "rilassa le braccia"... vero, ero un bel po' contratto anche per l'affanno, 3'39" al 2°km e cerco di rilassarmi soprattutto di braccia e spalle. Il percorso è leggermente ma costantemente ondulato, l'aria che si respira è caldissima e non vedo l'ora dello spugnaggio. Inizio a recuperare qualche vittima da "partenza disperata", che porta già i segni del declino. Il ritmo cala a 3'45" di media pur dandomi l'impressione di andare più forte, al passaggio ai 5km sono 13°, sto bene ma il ritmo resta invariato. Finalmente la spugna fresca, mi riprendo un po' e passo uno dell'Atletica Treviglio.

Davanti a me distanti un 70m ci sono la seconda donna con 4 uomini e cerco di andare a prendere il gruppetto. Uno si stacca e lo passo, all'8° passo anche la seconda donna e un altro atleta, ma due del precedente gruppetto hanno allungato e sono a 50m da me. Il ritmo è sempre quello intorno ai 3'45", invariato come la distanza che mi separa dai due, non riesco ad avvicinarmi. Si arriva finalmente all'ultimo km e vedo i due che allungano ma io non riesco a reagire, vorrei ma non posso insomma. Me li vedo sfilare via, allontanarsi senza rimedio. Chiudo in 37'41" (speravo in un minuto meno, ma il caldo e il percorso mi fanno andare benissimo questo tempo), a meno di 2' dalla Iozzia, ma soprattutto 10° assoluto e 2° di categoria MM40! Il primo era uno dei due davanti a me nell'ultimo km...

Quest'ultima cosa mi vale un completino come premio, ma non è questo che mi gratifica. Quello che più mi dà fiducia, contentezza, motivazione è il fatto che quindici anni fa, da pirla, ho smesso di correre. Avevo perso motivazione, ero stufo e oberato da altri problemi più grossi di me. Probabilmente avessi avuto un allenatore come Silvio, il mio attuale, qualcosa di diverso sarebbe anche potuto accadere chissà. Non è stato così. A settembre '92 ho avuto l'ultima premiazione e poi sono iniziati i problemi. Quando ho smesso, dopo un po' di anni mi dispiaceva aver buttato via tutto, mi chiedevo se mai sarei tornato a correre così e da lì provare a vedere i limiti quali fossero. Ho provato varie volte a ritornare ma la fatica, paragonata alle sensazioni di come correvo vinceva sempre, e smettevo di nuovo.

Da quasi tre anni invece sono tornato a correre con costanza, con tutto il piacere del caso, tutte le emozioni, la forza, la fatica e l'intensità di uno sport come questo. E ieri sera, complice la fortunosa scarsa partecipazione sono tornato lì, dove avevo lasciato molti anni prima. E' come chiudere un conto aperto con sè stessi e ora ho una gran voglia di vedere dove si arriverà.

14 commenti:

Patty ha detto...

e allora siamo a 2 perchè anche ai Lagoni sei stato GRANDE........ed è proprio perchè si provano certe emozioni che adoriamo la fatica o no?
Grandissimo!

nino ha detto...

complimenti e considerato il clima di questo week-end il tuo mi sembra proprio un gran tempone

teo ha detto...

...la vita prima o poi diventa ciò che vuoi...molto bello il tuo racconto!!!grande e complimenti!!!
Ora se non sbaglio vai in ferie...prossime gare autunnali?

Simo ha detto...

... e abbassa quelle braccia! ... olè ohohoh olè ohohoho ...

theyogi ha detto...

io non credo nel caso... chissà, se avessi continuato magari avresti già smesso... e non avresti quell'espressione fiera e indomita che hai in foto! :D

fathersnake ha detto...

C'è un tempo per tutto. Adesso è venuto il tempo per te di correre forte.Il passato è alle spalle e comunque ti è servito per arrivare dove sei.

Pimpe ha detto...

Granderrimo !
a chi lo dici avere smesso..
a me e' stato il calcio a precludermi il resto.. e avevo in casa mio fratello che aveva tempi stellari.. averlo seguito..
ma a rimpiangere il passato nulla serve. godiamoci il presente e prepariamo il futuro!
grande Oliver!!
p.s. ma chi era la seconda donna ?
;-) ciao .

Oliver ha detto...

@Patty Grazie, probabilmente senza fatica non mi piacerebbe così tanto questo sport e quello che ne consegue. Direi che è il caso di festeggiare, alla prima occasione la birra la offro io.

@nino grazie, visti anche gli altri direi che è andata bene.

@teo grazie teo! Il 10 parto per la Normandia, la prima gara sarà il Giro del Lago di Resia il 31 luglio, ma è per godermi il posto e fare un we sulle Dolomiti. Diciamo che forse il 12 settembre a vigevano per una 10k si potrebbe ricominciare

Oliver ha detto...

@Simo chettelodicoafare, me l'ha detto pure la Slimani... ;D

@Yogi grazie Yogi, la penso come te, ma te ne rendi conto solo quando ne sei uscito, a volte è difficile farsene una ragione vera. Ma sono contento così molto contento!! Poi ti giro un paio di foto che di fiero e indomito non hanno molto, la selezione fa miracoli..

@Father Sicuro è servito, anche se sembrava non passare mai. Grazie

@Pimpe Non rimpiango il passato, non mi piace, ma quando fai fatica a correre a 5'30" quando non lo era farlo sotto i 4' qualche pensiero gira... Comunque sguardo avanti, sempre! La seconda era Nadia Slimani, immagino sorella dello Slimani fortissimo della Cover.

Kikko ha detto...

Oliver complimenti per il risultato fatto con queste temperature asfissianti è un signor risultato...e poi la tua voglia di rivalsa dopo quel lungo periodo no lontano dalle corse la dice tutta sulle tue qualità...bravo ancora:)

Oliver ha detto...

Grazie Kikko! mi ci voleva proprio

Patty ha detto...

si si vai per la birra!

Barbarella ha detto...

DAVVERO TANTI COMPLIMENTI!!!!
Dai che hai preso il giro giusto e presto arriveranno tanti successi personali.....ancora BRAVO!

Luca "Ginko" ha detto...

Grande gara davvero considerando il caldo. Io alla fine per problemi logistici (famiglia) ho cambiato programma e ho corso domenica mattina. Dovrò aspettare l'autunno per la mezza del VCO.
Complimenti ancora!