Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

venerdì 14 gennaio 2011

Qualche novità mentre si carica e si gareggia

La "montagnetta" a Milano
Iniziano a definirsi, concretamente, gli obiettivi per la prossima primavera e i programmi di allenamento si adeguano, non mancano le sorprese nei programmi, e solo io so quanto le amo. E' un periodo di carico intenso, come si leggerà più sotto, di fatica fisica e nervosa. A volte gli allenamenti sono anche questo: test di approccio mentale, non esclusivamente fisico.
Ieri ad esempio il lavoro dei 7x1000 leggermente collinari l'ho davvero patito fisicamente, ma ho retto di testa e ne sono contento. L'allenamento era anche gravato dai lavori di domenica e martedì, che avevo assorbito solo in parte ovviamente. Mi ha molto aiutato la compagnia del Puma (che correva al 75% mentre io al 90%...). In pratica lo inseguivo, ansimavo, facevo versi ma cercavo in ogni modo di portare a casa questi benedetti mille. 
Poco importa se i tempi non sono stati quelli indicati, il percorso era difficile, con una salitella decisa ai 300m e sterrato e un pochino fangoso il resto. L'importante era finire l'allenamento, più lento magari ma finirlo. 
Perchè il meccanismo che si scatena poi, lo conosciamo più o meno tutti: è il senso di colpa. In fondo sappiamo che lo si poteva fare, anche se eravamo stanchi, perché non c'erano infortuni incombenti o malanni, era solo la testa che diceva "dai, smetti, chi te lo fa fare..." e se ci caschi subentra quel sottofondo fastidioso della colpa. L'ho provato più volte. Questa volta invece sono contento di me, quasi galvanizzato.
Domani al cross non sarò certo fresco ma poco importa, non è lì la gara su cui puntare, rientrerà nel novero degli allenamenti. I due appuntamenti primaverili principali saranno le due mezze maratone: Scarpa d'Oro a Vigevano il 20 marzo e Mezza di Borgomanero il 10 aprile, dove cercherò di frantumare il vecchio PB di 18 anni fa: 1h19'33". 
Ma non mancano le sorprese! Già perchè credevo di chiudere i cross alla 5 Mulini, che voglio correre bene ma che è comunque ben oltre le mie possibilità (come il Campaccio), e invece lasocietà mi ha invitato a correre i Campionati di Società di Cross a Fossano... a me? Il fatto è che sono tesserato in una società di atleti fortissimi, non ce n'è uno che possa minimamente avvicinare. Vero che nei CdS si gareggia per la squadra, ma io temo di combattere coi denti per non arrivare ultimo! Comunque, l'esperienza mi alletta e in fondo mi fa piacere, vorrà dire che tiferò per i miei compagni di squadra col sudore, sperando di raggiungere la qualificazione sia nel cross lungo che in quello corto (dove correrò io).
L'altra novità è l'intenzione, su idea di Simo, di partecipare ai Campionati Europei Master, sulla mezza o 10k. Si terranno nel nord della Francia, in Lorena vicino al Lussemburgo, il 13 maggio. Obiettivo numero uno fare bene, vincere qualcosa è impossibile ma già gareggiare lì sarebbe qualcosa di indimenticabile. Tra l'altro, la partecipazione è aperta, non richiede minimi, ci si iscrive tramite la Fidal nazionale, caso mai qualcuno fosse interessato.
Insomma, carne al fuoco ce n'è, voglia anche, motivazione tantissima, non resta che provarci, no?

Questa la mia ultima settimana:
Dom 6km tranquillo + 4x2000 collinari a 7'20" rec 500m in 2'10" (i 2000 fatti in 7'35" di media, i 500 in 2'12")
Lun Palestra + 10km tranquilli (10km a 4'45")
Mar 2km risc + 2x4200 collinari in montagnetta, allegri ma uguali + 5' def. (i 4200 in 18'45" e 17'28", uguali insomma...)
Mer 10km 10km a 4’20”/4’30” (10km a 4'17")
Gio  Risc + 4km a 4'15" rec 2' + 7x1000 a 3'35" rec 1'30" (4km a 4'20" e i mille, morendo, intorno a 3'43" di media)
Ven Riposo
Sab Gara Cross Poker Novarese a Cameri 
Dom 12km collinari 4’20”/4’30”

7 commenti:

lello ha detto...

anche i campionati europei , ormai sei un atleta coi fiocchi......hai dei bei obbiettivi per l'anno...

theyogi ha detto...

hai voluto la squadra di campioncini? ;D hai pane per i tuoi denti! dai che ti piace da matti....

franchino ha detto...

Vai agli europei e hai dei dubbi per i regionali?! Ci vediamo a Fossano!

teo ha detto...

e bravo ragazzo...che obiettivi!mazza:-)solo due domandine:
- le due mezze non sono troppo vicine?in quale cercherai il pb?
- la palestra va fatta prima dei 10k tranquilli o dopo?
Sono il solito rompiballe:-)ciaooo

fathersnake ha detto...

Campionati aperti a tutti..
non ha molto senso. Chissà quanta gente ci andrà solo per poter dire "ho corso agli europei".

Oliver ha detto...

@lello eh magari, gli europei sono open, non ci vuole molto

@yogi per essere stimolante lo è eccome, ogni anno arriva gente più forte, e io li vedo sempre più col binocolo...

@frank sai che guardando le classifiche di due anni fa in Danimarca, c'è gente più forte ai CdS che agli Europei Master? Poi non so, non devi fare il minimo per partecipare agli europei master, basta che ti iscrivi (credo almeno).

@Teo le mezze distano 3 settimane, dovrebbero essere sufficienti per tentarlo in tutte e due il p.b. La palestra prima della corsa, così puoi anche trasformare.

@father sai che l'ho pensato anch'io? Così sono andato a sbirciare le classifiche di due anni fa in Danimarca, e non è così. Alla 10k c'erano nemmeno 400 persone, mica tanti. Ma gli europei sono 2. Quelli su strada che faccio io (non stadia) e quelli in pista (stadia) in sedi diverse. Secondo me sono questi ultimi ad essere più frequentati e con dei minimi. Credo.

Anonimo ha detto...

Gli atleti saranno anche fortissimi (e come darti torto!), ma la squadra è una sola: sei il benvenuto in tutte le nostre iniziative, piccole o grandi che siano, più che volentieri e senza problemi. Trovo che avere una squadra in cui sette o otto si sentono per i cavoli loro e il resto si arrangia non sia una bella cosa: io sono per il "tutti uniti sotto una stessa bandiera", master e giovani, forti e meno forti. Il bello della nostra Squadra è che veniamo da posti lontani tra loro, spesso ci alleniamo da soli ma al momento giusto ci riuniamo e corriamo assieme per noi stessi o per il gruppo. Mi piacerebbe che queste occasioni si moltiplicassero: tanti stanno lavorando in questo senso e pare che la cosa stia riuscendo... e i risultati agonistici che raccogliamo quando lavoriamo assieme poi non sono certo sciocchezze! Nella gara di Fossano conterà solo dare il meglio, certamente, ma nel caso la squadra passi il successo è anche di Oliver, indipendentemente dalla posizione ottenuta. Buona fortuna con gli allenamenti e le gare, contiamo su di te! Max