Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

martedì 17 gennaio 2012

Cross di Cameri e buon allenamento

Partenza
Il rientro alle gare continua, imperterrito, inseguito da uno stato di forma che migliora anche se molto meno velocemente di quel che mi piacerebbe. Poco ci posso fare al momento, è così, devo solo aspettare e allenarmi.
Sabato si è corso il cross Memorial Peci a Cameri (No), l'anno scorso avevo fatti una buona gara e il percorso mi era particolarmente piaciuto per cui, rieccomi! Il Pimpe mi manda un sms dicendomi che c'è anche lui, ottimo penso, si può far gara insieme. Poi là trovo i compagni di squadra Claudia Gelsomino (2ª), Matteo Raimondi (5°), Alessandro Sacco (25°) e Marco Bertona che fa lo spettatore, c'è anche qualche compaesano a fare da spettatore e via, dopo due chiacchiere e un'improvvisa arie gelida che porta nebbia, alle 15,40 si parte.
Io e il Pimpe
Non ho gran ritmo e parto appena accorto, trovandomi un po' chiuso in alcuni passaggi, dopo circa 800m scorgo davanti a me il Pimpe, partito poco più allegro ma contenuto anche lui. Dopo poco meno di un km si entra nel bosco, in un sentiero di 700m circa che tra curve, controcurve e saliscendi mi piace tantissimo, passo il Pimpe che oggi se ne sta tranquillo, fuori dal bosco, rettilineo salita e via, dopo 2,2km si inizia il secondo giro.
Ho le braccia congelate, la nebbia inizia a scendere seriamente, fa freddo. Corro bene però, anche se un pochino in affanno, i piedi spingono, ho sensazioni migliori che a Bedisco il 26 scorso, e tengo bene o male fino alla fine, recuperando posizioni fino al 60° posto su 273.
Salitella nel bosco
Sono contento, la crescita c'è anche se lenta, le sensazioni migliorano così come migliore il recupero, dopo 10km collinari a 4'46" domenica mattina e il riposo di ieri, oggi ho corso 4kma  4'20" e 5x1000 a 3'45" di media, un po' stupito e poco padrone del ritmo, ma va bene. Devo però togliermi ancora il peso accumulato durante lo stop, che mannaggia a lui (e a me) è ancora dove stava prima, bello come il sole. Dovrei anche tornare in palestra ma ora non ce n'è, non ne ho il tempo. Le prossime tre settimane saranno di fuoco a lavoro e riuscirò giusto ad allenarmi in pausa pranzo (e meno male visti i -8° di stamattina a casa mia...).
Io e la terza donna

Nel frattempo è "finalmente" arrivato il freddo, dopo qualche settimana a 12°-13° a pranzo in dicembre (manco abitassi al mare), siamo piombati in 24 ore alle medie stagionali, cioè quasi sempre a 0°. A volte non si capisce niente, corri il giorno prima vestito come in primavera, e il giorno dopo col pile, calzamaglia lunga e crema riscaldante. Ma in fondo, dopo 6 mesi di stop, ma chi se ne frega...

Arriva la nebbia!

8 commenti:

theyogi ha detto...

stai davanti al pimpe (anche se tranquillo), quindi troppo male non vai... ma stavolta il pettorale l'hai messo sotto la canotta? :P

Oliver ha detto...

Yo, ...vigliacco... :DD alle iscrizioni c'era una coda tale che avrei saltato il riscaldamento, e con sto freddo non è il caso. Quindi iscrizione non Fidal e niente pettorale. Quel che vedi sotto la canotta è proprio roba mia... sigh...

franchino ha detto...

E' una condanna... a perdere ritmi e prendere peso è un attimo; a tornare come prima invece ci vuol una vita. Pazienza, un'incentivo in più ad allenarsi quando le temperature consiglierebbero di stare a casa tra polenta e vin brulè... ;-)

Marco Bucci ha detto...

Ti capisco o se ti capisco : 6 kg in poco meno di 2 anni di forzosa inattivita' : adesso sembra che c'ho un panda abbraccicato sotto la maglietta...!!

Pimpe ha detto...

ahah, visto che si parla di kg io sono a 64.. + 4 rispetto ai 60 + 6 rispetto ai 58 del 2008...
che fare ? mollare forchetta ! e sotto di allenamento..
pensavo anch'io di ritornare in palestra.. ma non riesco a combinare... 5x1000 a 3 e 45 sono ottimi.. ci rifacciamo questa primavera ;-)

kaiale ha detto...

ehehe..dai che il peso torna nei ranghi...... correre correre correre

arirun ha detto...

Mi fa sorridere che la terza donna correva coi manicotti e le spalle scoperte e tu maglietta e guanti ed hai scritto di aver avuto freddo alle braccia...vorrei leggere il suo di post forse a perso l'uso dei muscoli rotatori delle spalle ;)

Master Runners ha detto...

Più diqualcuno era senza bib, occhio che a Torino ci vanno a caccia a quanto sembra