Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

giovedì 17 febbraio 2011

Un duro lavoro per degli ottimi frutti (si spera)

Questa mattina tra nuvole basse, forte umidità, rischio pioggia e qualche schiarita io, coach Silvio, Simo, il Keniano Albino e Simona ci siamo trovati a Omegna, (patria del Pimpe che non ho avvisato visto l'orario), per un allenamento in salita bello impegnativo. Non abbiamo saputo di cosa si trattasse fino a poco prima di partire, a quel burlone del coach piacciono le sorprese...
Il lavoro infine era: riscaldamento da Crusinallo fino alla rotonda dove parte la strada per Cesara, quindi inizio giro del Lago d'Orta. Dalla rotonda si parte: salita di 5km fino a Cesara da affrontare allegri, quindi dietro front e in discesa lasciare andare le gambe. Ritorno a Crusinallo in defaticamento, in totale 15/16 km con 12km a ritmo e belli impegnativi.
Dopo un riscaldamento al cazzeggio si parte: rompere il fiato partendo in salita non è uno scherzo, ma nonostante la difficoltà non vado male. Siamo in tre con Simo e il Keniano, Simona invece resta un po' più indietro. Ma ognuno oggi farà per sè, al suo ritmo. Salendo si costeggia il lago d'Orta ma la fatica inizia a far dimenticare dove siamo. Poco prima di Nonio la salita si impenna un paio di volte per qualche centinaio di metri, io impreco iniziando a sentire la fatica. Guardo distrattamente il Garmin, è presto per sapere dov'è il 5°km, lo faccio più che altro per distrarmi.
Al terzo km e mezzo inizio a ciondolare, portandomi in mezzo alla strada e innervosendo Simo che fa un'uscita amorevole delle sue... ;D, cerco solo di non perdere terreno da Simo e il Keniano che invece in salita vanno eccome. Mi stacco non più di 10m e sono felice di essere vicino a questo benedetto 5°km. Coach Silvio è in auto e si ferma ogni tanto lungo la salita, è circa al quarto km e mezzo e mentre passiamo, oltre ai soliti consigli su spalle, piedi, posture ecc gli esce la fatidica frase: "tirate avanti fino al 6° km va'!"... ma porc...
Non è un giochino sconosciuto, a volte in pista stai facendo l'ultimo 400 e lui dice "tira fino al mille dai", e non sai se farti prendere dallo sconforto o dalla rabbia, ma di fatto prosegui e vai, senza colpo ferire. E' sempre un modo per verificare che hai più energie di quel che la tua testa pensava. La salita molla un po', ci sono anche un paio di brevi tratti in leggera discesa, finalmente arriva sto sesto km, il crono dice 26'44", giriamo e via, si scende!
I tratti in leggera salita iniziali li soffro sempre, sono stanco, ma la discesa aiuta a correre, c'è un ultima rampetta prima del chilometrico discesone finale, mi impianto un pochino, il keniano anche, Simo ci sprona per piantarsi poco dopo anche lei, la fatica c'è per tutti. Scendiamo in fila indiana distaccandoci un po', ognuno corre la discesa meglio che può, cercando di salvaguardare schiena e gambe, quindi busto avanti e far girare le gambe. Passa più velocemente della salita, ma non tanto quanto vorrei. Arriviamo alla fine in 23'10", chiudendo i 12km in 49'54" a 4'09" di media. Buono, molto buono. In compenso ho le gambe come se avessi fatto 2 ore di potenziamento in palestra.
Aspettiamo Simona che arriva di buon passo, se l'è fatto da sola l'allenamento e ha dimostrato una forza notevole, complimenti. Finiamo soddisfatti corricchiando verso la doccia, 17-18 km totali, senza un pezzo di pianura. Un lavoro sicuramente pro mezza maratona, meno adatto al cross di domenica prossima, ma del resto si devono adattare un po' i lavori. I frutti arriveranno.

19 commenti:

theyogi ha detto...

non so cos'hai debellato, ma ti percepisco più ottimista di un tempo.... ;P e fatemi dire 'na stronzata pure a me, dai!

Oliver ha detto...

:D Vista lunga e sensibilità caro Yogi, ci hai azzeccato. Qualcosa è stato debellato, qualcos'altro ancora no, ma lo sarà. Anche se, per natura, ogni tanto un viaggio nei miei bui meandri è una necessità, o non riesco a debellare.

Grezzo ha detto...

Le salite le amo e le odio, dipende dai giorni, e molto da come ti senti nei primi passi, ma tanti km così bisogna anche andarci con la testa a posto, per non rischiare di impazzire ;)

GIAN CARLO ha detto...

Salite a sorpresa in mezzo alla natura è qualcosa che mi manca.
Buon passo ..per la mezza 6 rodato al punto giusto.

Patty ha detto...

Quella salita la conosco molto bene la faccio spesso come allenamento in bici......ogni tanto spiana un pò dai ihihihih
Certo che era meglio trovare qualche sentiero montano.....sempre asfalto :-)))

fathersnake ha detto...

Io invece ieri ho fatto fatica a portare a casa 16 chilometri in piano a 5'..
Forse sarebbe stato utile qualcuno che mi urlasse dietro.Casomai mi presti il coach?

Ibiza130 ha detto...

Anche io rantolo in pianura... 18km senza mai un piano... mi butterei per terra e fingerei di essere morto!

Oliver ha detto...

@Grezzo Io le odio quasi sempre, ma rendono tanto, per cui, che si facciano!

@RB Il posto è bello, senza auto sarebbe ancora meglio ma vabeh, ci si accontenta

@Patty ma io a correre in montagna mi demotivo, non è per me, preferisco camminarci. Sarà perchè arrivo dalla città ma l'asfalto ha maggiore attrattiva... ;D E poi, se devi fare ritmi, sui sentieri ce l'hai davvero dura

@Father Può essere semplice stanchezza, bisogno di recuperare un giorno in più. Sicuro di volerlo il sergente Hartman che ti urla dietro stile Full Metal Jacket?

Oliver ha detto...

@Ibiza Ciao! Molte volte le salite sono questione di testa, io le soffro da sempre, ma un pezzo alla volta le cose sono migliorate. E poi servono. Ma il fingersi morto, a volte, serve altrettanto!

Kikko ha detto...

Ottimo lavoro Oliver...sono allenamenti che ti saranno utili per quando farai la mezza...ciao caro.

Hal78 ha detto...

Alla faccia, che ritmo hai tenuto.. Sicuramente il fatto di essere in compagnia e di avere un incitamento esterno ti fa dare molto di più. Certo che però la 'garetta' nel scendere è quanto meno rischiosa..

web runner ha detto...

Certi giorni un coach simile servirebbe, toglierebbe ogni scusa.
Ma in fondo preferisco la mia anarchia.

Simo ha detto...

;) bella lì! a volte vorrei avere più tempo da dedicare a queste uscite ... alla prossima si viene dalle tue parti dai!

Oliver ha detto...

@kikko sicuro!

@Hal no, nessuna garetta nel scendere. Se freni in discesa arrivi a pezzi con le gambe e la schiena. Ognuno di noi si è lasciato andare senza competizione, è che andando più o meno uguali siamo arrivati poco distanziati.

@Web ognuno ha la sua attitudine, a me piace avere un metodo e quindi un allenatore. Ma se mi seguisse sempre finirei con lo sclerare. Ogni tanto...

@Simo Querida, alla prossima corsa e pranzo!

lello ha detto...

LE SALITE SONO UN OTTIMO ALLENAMENTO.... POI CORSE A BUON RITMO

arirun ha detto...

Bell'allenatore anche se ormai l'effetto sorpresa immagino non ci sia più dato che vi "frega"spesso con lo stesso giochino.La foto poi la dice lunga sul percorso bello e impegnativo

Oliver ha detto...

@lello le salite non le sopporto, ma fanno bene. Come mangiare un piatto che non piace ma sai che fa bene...

@Ari No, no, c'è sempre purtroppo. Anche perchè spesso sei concentrato sulla tua fatica, non ci pensi più, e tac!

Pimpe ha detto...

hai fatto la mia salita abituale... :-))) ma oggi non ti avrei seguito ,a parte il ritmo, ma ho scelto dopo aver lavorato 16 ore ieri di riposare oggi , domani infilare i 25K di LL e domenica visti gli impegni solo i 10/12 di recupero... ciao bel fioeu!

Oliver ha detto...

@Pimpe Quanto l'ho odiata Pimpe, prima di Nonio stavo fanculizzando tutto e tutti... :D Riposa riposa, ne trai solo vantaggio