Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

lunedì 28 febbraio 2011

E chi se lo scorda più

Freddo e cielo grigio ci hanno accolto, domenica mattina, a San Giorgio su Legnano, per i Campionati Italiani Assoluti di Società di Cross. Quasi 1700 atleti dalle categorie Allievi ai Senior e Masters, un'atmosfera unica, bella, importante. In questa giornata noi dell'Atletica Palzola cerchiamo di fare bene, di migliorare dove possibile la già ottima prestazione di Fossano, e anche quella degli Italiani dello scorso anno nel cross lungo.
Nel cross corto la squadra è: Fabrizio Mangano, Massimiliano Montagna, Marco Tiozzo, Antonio Vasi ed io. Nel cross lungo invece: Francesco Bianco, Fabio De Angeli, Corrado Mortillaro e Paolo Proserpio. L'atmosfera è tesa, come si dovrebbe, ma non così tanto da impedire chiacchiere e battute. Siamo arrivati fin qui, tra le migliori società italiane, l'atteggiamento giusto è battagliare e godersela. 
Quando entriamo nella zona di partenza c'è un'arietta gelida e fortunatamente non piove; io mi guardo intorno, mi scaldo bene, faccio gli allunghi e, ora a destra ora a sinistra, appaiono negli stessi gesti i migliori mezzofondisti e fondisti italiani: Lalli, Obrist, Nava, Goffi, Curzi, Razine e vari atleti maghrebini, keniani... Dovrei pensare: "ma io qui che c'entro?". E invece me la voglio godere, voglio crogiolarmi in questo momento preciso condividendo con loro gli stessi gesti, prima che lo sparo mi riporti alla realtà, ai valori reali. Non sento nemmeno freddo.
Cancelletto n°21, io parto da ultimo nella fila e non potrebbe essere altrimenti o li rallenterei tutti. Non vedo l'ora di iniziare. Lo sparo! Parto forte ma non in maniera dissennata come a Fossano, oggi la mia gara dev'essere diversa. L'imbuto di partenza è lungo 250m circa, prima di immettersi nel circuito storico del Campaccio. Il ritmo è alto e mi guardo attorno per capire, sono quart'ultimo, "iniziamo bene" penso. Ma non mi deprimo, questa gara è imbottita di mezzofondisti e del meglio della corsa italiana, normale che sia così. Ho il vantaggio, nelle retrovie, di non avere problemi di traffico per cui corro sempre bene. I miei compagni di squadra li perdo subito, siamo quasi 300, e nella parte nervosa e ricca di curve è un serpentone corposo.
C'è tantissima gente che tifa e quasi ne sono frastornato, urla, sento anche il mio nome e non so chi sia, sto correndo bene, mi piacerebbe essere un po' più avanti ma questo è; ho iniziato a recuperare qualche posizione ma non mi sono ancora sbloccato bene, all'inizio del 2° giro finalmente corro sciolto e qualcuno lo recupero, anche se con fatica perchè nessuno cede facilmente. Curve, controcurve, saliscendi, il percorso è bello, il terreno anche, si corre bene ma prenderei aria ovunque. Manca poco, il mio compagno di squadra Fabrizio è più vicino ma non abbastanza da provare a prenderlo, perdo la volata finale ma non mi posso recriminare proprio niente oggi, ho corso infinitamente meglio che a Fossano.
Chiudo 261° su circa 280 arrivati, 4250m in 15'28" a 3'38" di media, per quel che valgono tempi e misure in campestre. E nonostante la mia bella gara, la sensazione era quella di essere un elefante che corre in mezzo ai cerbiatti. Mi sono anche rivisto in tv nella sintesi di ieri sera, vedi passare i primi, i secondi, il gruppone centrale e poi io, che mi mancava il cestino e sembravo uno che andava a funghi da quanto apparivo lento... Si comportano ottimamente anche i miei compagni: 130° Vasi, 138° Montagna, 206° Tiozzo e 248° Fabrizio, per un 47° posto finale di squadra. La sfida sul corto è davvero impegnativa, ma l'anno prossimo ci riproviamo ancora.
Nel lungo i quattro alfieri Palzola si sono difesi alla grande, hanno fatto tutti una gran gara: 47° Mortillaro, 88° Bianco, 95° De Angeli e 173° Proserpio per un 21° posto di squadra che brucia, a solo un punto dalla 20ª posizione e quindi qualificazione diretta per il prossimo anno. Motivo in più per fare ancora meglio!
Nella mattinata, ha aperto la giornata di gare il cross Allieve, 4km, dove gareggiava anche mia cuginetta Marta, venuta con il torpedone dai castelli romani. Ha chiuso in un'ottima 28ª posizione che lascia ben sperare, complimenti!
Non posso che ringraziare i miei compagni di squadra per avermi concesso il lusso di esserci e godermela, è vero che anch'io ho fatto la mia parte, ma senza di loro non ci sarei proprio mai arrivato. Insomma, una giornata ricca di emozioni, sensazioni, immagini, momenti... Ho visto più atleti famosi lì che in tv e ci ho pure corso! E chi se lo scorda più...

Quelli del corto: Mangano, Vasi, Montagna, Tiozzo, Giberti

20 commenti:

Albe che corre ha detto...

emozioni che solo l'atletica ti sa regalare.
complimenti!
Per me solo esserci sarebbe stata una vittoria!

Grezzo ha detto...

Considerando che il cross corto è MOLTO selettivo, devi solo essere contento per essere riuscito a correre bene. I campionati son campionati, mica pizza e fichi ;)

Hal78 ha detto...

Ti posso solo fare i miei complimenti. C'era un po' di pressione, la voglia di far bene, la responsabilità per la competizione a squadre. Hai fatto un garone.

theyogi ha detto...

cioè, erano gli assoluti mica cotica! esserci significa contare cmq qualcosa....

Giuseppe ha detto...

Complimenti Oliver, condivido tutto quello che hai provato, peccato non aver avuto l'occasione di conoscersi, alle 14.00 ho corso anche io e confermo che le sensazioni che si provavano in gara assieme a tanti numeri uno sono state bellissime e uniche, Ciao.

Lucky73 ha detto...

Bello correre nella creme e i CDS sono in assoluto la manifestazione migliore dell'atletica, sono emozioni difficili da scordare perchè mixano la bellezza dell'individualità dell'atletica con lo spirito di squadra ...insomma io lo scorso anno ero pazzo di gioia a Cagliari ....

...peccato che quest'anno alla pista li abbiano ignobilmente tolti...o meglio rovinati....

Anonimo ha detto...

...ma sopratutto vogliamo mettere avere in squadra Oliviero Giberti? Finalmente ci siamo conosciuti Oliver, e ne sono stato contentissimo: l'occasione non è stata certo una qualunque! Tieniti in forma per i prossimi obiettivi di Squadra che, se lo vorrai, saranno anche tuoi. max

Tosto ha detto...

te la sei cavata egregiamente di che ti lamenti! :)

Master Runners ha detto...

Hai tutta la mia stima Oliver.
Già pensi al prossimo anno! Grande!

Pimpe ha detto...

complimenti Olly! come dici tu chi se lo scorda ?? e aggiungiamo : arrivederci all'anno prossimo !

GIAN CARLO ha detto...

Correre tra i forti è sempre un onore ...anche se va detto che 6 "quasi" 1 di loro.

franchino ha detto...

Bravo Oliver!
Se eri è perchè hai dato il tuo contributo alla squadra e quindi gara meritata! Oltre che meritevole!

Buon tutto per i prossimi appuntamenti!

fathersnake ha detto...

Quando uno lavora duro e coscenziosamente...le soddisfazioni arrivano.

nino ha detto...

e si che lo sapevo che c'erano i campionati a s.giorgio. domenica me ne sono proprio dimenticato. rimosso completamente.
peccato.

lello ha detto...

CORRERE ASSIEME AI CAMPIONI E' GAI UNA VITTORIA...... EMOZIONI DI ATLETICA

francoscr ha detto...

Complimenti , correre un campionato nazionale cross,stai sempre tra gli assoluti .

Oliver ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Oliver ha detto...

Grazie a tutti!

@Max Per citare una mia cara amica: "scegliere è il sale della vita". Potevo scegliere di non partecipare, ci ho pensato visti i miei tempi, ma oggi mi dico che avrei perso tantissimo, sportivamente ma ancora di più umanamente. Finalmente ci siamo conosciuti con piacere si, e finalmente sono entrato a far parte concretamente di questa squadra. Anche qui, potevo sceglierne un'altra 2 anni fa, e invece... anche se un po' di culo nelle scelte non guasta! :D

Massimo ha detto...

261° a 3.38?!! Oliver devi essere più che soddisfatto stai entrando tra i marziani...

grinta ha detto...

4250mt a 3:38 su terreno da campestre?
alla faccia dell'elefante, capisco che eri tra i cavalli di razza, ma facci sognare ragazzo sempre così!