Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

martedì 26 ottobre 2010

Se c'erano ancora 50 metri...

Forse il 10x400 è uno degli allenamenti più classici e diffusi, forse, son già pronto a essere smentito. Ma non so, tra i tanti allenamenti le ripetute sui 400 mi "sorgono spontanee" nei ricordi. Comunque, filosofie a parte, oggi mi aspettava questo: 6km tranquilli, 10x400 in 1'20" rec. 1' e 2km a 4'15" all'esterno del campo.
Dopo i 6km iniziano i giri in pista, mi accompagna (per fortuna) il biondo, che si rivelerà una lepre d'eccezione. Parto brillante, 38" ai 200 ma la legnosità e qualche strascico dai 5000 di domenica mi piombano le gambe, 1'23" alla fine, secondo uguale anzi, un filo peggio 1'24". Il biondo mi guarda e fa: "vado avanti io? Meglio eh...". Da lì si sta sempre sull'1'19"/20" fino al 7° compreso, quando coach Silvio ordina: "beh, nei 3 che ti rimangono togli un secondo a prova, se l'ultimo lo fai in 1'15" va bene"... sigh! Corro legato, fatico, l'1'15" mi pare un po' troppo oggi... vediamo. 8° 1'19", 9° mi impegno, ai 200 provo ad accelerare un po' e... 1'18"... ma come? Tutto sto sforzo per un secondo solo in meno?
Vabeh, arriva sto ultimo 400, si sa che l'ultima prova è quella della gloria, qualche energia in più c'è anche solo per il fatto di aver finito. Partiamo allegri passando in 37"/38" ai 200 e poi via, si aumenta e si cerca di tenere, il rettilineo "el finis pü", non finisce più ma il crono segna 1'14"6... con il biondo che mi dice: "se c'erano ancora 50 metri cadevo per terra".

6 commenti:

antherun ha detto...

sempre divertenti i 400 ;-))

arirun ha detto...

sono d'accordo ogni volta che nella testa scatta il meccanismo:"dai che è finita"facciamo cose straordinarie!!

Pimpe ha detto...

e' sempre cosi' su quella distanza... :-))
fatti sabato, su asfalto.. !
e da solo ......
pero' mi han fatto passare il male all'anca e alla schiena...
ciao

fathersnake ha detto...

Quest'estate i 400 sono stati la mia bestia nera.Li sognavo di notte.E non erano sogni piacevoli.

Luca "Ginko" ha detto...

La parola ULTIMO ci fa scavare nel profondo le ultime energie rimaste. Ah la mente umana :-)

Grezzo ha detto...

Eheh, le ripetute dei 400 sono sempre quelle che preferisco, può essere soggettivo, ma mi sembrano quelle che danno risultati apprezzabili in poco tempo.