Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

lunedì 18 ottobre 2010

Poche parole

Sembra quasi strano non trovare il tempo di scrivere, nè di leggere e rispondere agli altri post ma è così. "Ognuno a rincorrere i suoi guai" come cantava Vasco. Nell'alto novarese tutto procede bene, abbastanza insomma, la mia cucina funziona sempre egregiamente (e il compleanno ha portato anche due fantastici coltelli della Global e due bottiglie di ottimo Sfursat Canua della Valtellina, oltre a una bellissima giacca da trekking rossa fiammante). Sto sperimentando un po' di panificazione con il lievito madre, che è un altro mondo rispetto al più comune lievito di birra, ma anche un po' più complicato. Ma come tutti i runner sanno, se è troppo facile non è che ci si diverta proprio no?
Ho letto con piacere che un po' tutti avete fatto delle buone se non ottime gare in questo weekend di pioggia e freddo, ottimo; io avevo voglia di godermi i miei impegni accompagnandoli con delle buone dormite, sveglia calma, allenamento a mezzogiorno e via, ogni tanto un weekend che risponda alla definizione più comune ci vuole no?
Venerdì solito potenziamento in palestra, sabato 6km a 4'20" e 6 da 500 su strada in 1'42" di media, recuperando 1'. Ieri sotto la pioggia 12km collinari progressivi, da 4'40" a 4'10" che, nonostante un po' di stanchezza sono andati bene. Certo, il fatto che 5 degli ultimi 6km fossero in salita non mi ha esaltato ma tant'è, il 7 novembre le salite non mancheranno.
Giovedì mi aspetta il test sui 5000 frazionati in pista. 5km divisi in frazioni di 600m e 400m; i 600 in 1'58"/2' e i 400 in 1'36". Impegnativo, più che altro perchè stavolta lo farò, immagino, da solo e non è certo come dirlo...

5 commenti:

Master Runners ha detto...

Lievito madre... non stò così avanti!
Bei lavoretti, altroché!

theyogi ha detto...

Ognuno col suo viaggio ognuno diverso
Ognuno in fondo perso
Dentro i fatti suoi.... almeno ci si incontra qui! :)

fathersnake ha detto...

Anche io dovrei trovare la forza di staccare un pò la spina dalle competizioni, ma sono come posseduto .-)

arirun ha detto...

Certe notti
la padella è calda
cosa cucini
lo decide
lei
a mezzogiorno la strada è più calda
la gara non conta
è meglio se vai..
FAI LE RIPETUTE!!!
O IL COLLINARE
vai avanti te che ho finito il vino....

Tosto ha detto...

vedo che mantieni un buon passo!