Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

mercoledì 11 maggio 2011

Conversazioni

Stamattina, dalla fisioterapista per un massaggio di scarico pro mezza.
- Ciao Lara
- Ciao, come vanno le tue gambe?
- Ho praticamente due pali al posto dei muscoli, soprattutto i polpacci, corro male.
Lettino, pancia in su, piego le gambe, sente il polpaccio
- madonna, ma cos'hai fatto con sti polpacci?
- ho fatto l'asino, sbagliando i carichi in palestra che ho sommato al collinare nello stesso giorno, con un lavoro veloce il giorno prima, involontariamente, ma venerdì ho rischiato una contrattura.
- bravo!
infila le dita nel polpaccio
- aaaaahhhhhhh azz porc che male!
- sono durissimi
- aa aaaahh aaahh ma cos'è che ho fatto?
- aspetta che quando ti giri a pancia in giù ti faccio morire
- bene, siamo a posto, aaahhahaa
tocca ai quadricipiti e al tensore
- ma anche qui! Ma non potevi stare attento? Hai due pietre!
contorcendomi
- si lo so, ma non è che l'ho fatto apposta aahaha mad... aaahh
dolore... mi giro a pancia in giù
- pronto?
- per cosa? ahahhaaahhhhhaaaaaaaaaaaaaa porca tr che male! ahhaaa  ahaaaah
- male?
- a volte la scossa mi arriva fino alla testa, uhhhhha aahhaaaaa
- normale
- sarà aaaaa hhahhaaaaaaaa, se mi torturassero io direi subito tutto! Confesso subito!
15 minuti di sofferenza, ardua
- vediamo i flessori
- mi sa che son messi male anche loro
- no dai, la parte peggiore sono i polpacci e il tensore
- ah beh
scendo, dal ginocchio in giù l'indolenzimento è notevole
- ce la fai? eri bello contratto, ma hai 4 giorni per smaltire, domenica sei a posto
- si lo so, ma come posso evitare di ridurmi così
- provare a equilibrare i carichi?
- bell'idea...

16 commenti:

Giuseppe ha detto...

Quello che ci frega è la forza di volontà che qualche volta ci fa oltrepassare i limiti per un giusto adattamento ai carichi di lavoro.

Comunque pare che il segnale d'allarme ti abbia avvisato in tempo.

Due o tre giorni di scarico e torni come nuovo.

Oliver ha detto...

Ho fatto una bella vaccata, anche se sovrapensiero. Venerdì ho avuto una contrazione decisa del polpaccio e un lieve dolore. A 10gg dagli Europei ho temuto il peggio. E non potevo nemmeno recriminare con nessun altro che me stesso.
E' andata bene, la prossima volta sto più attento alla tabella

theyogi ha detto...

eh, mani d'oro ste ragazze...

http://senonricordomale.blogspot.com/2009/07/mai-spesi-meglio-50-euro.html

Oliver ha detto...

Yogi, ti immagini quelle mani delicate, son quelle di una donna in fondo, e resti un po' disorientato quando una morsa abbranca il tuo polpaccio, premendo e tirando...
Mi son fatto due risate col tuo post, avresti avuto un futuro come sceneggiatore di Playboy

Hal78 ha detto...

ollly, se si dovesse correre solo quando si hanno le gambe a posto, nessun dolorino, nessuna vescica, bhe, ci vorrebbero un paio d'anni per terminare un serio progamma d'allenamento per una mezza.. Certo, a volta la corda si tira un po' troppo, ma qual'è l'alternativa?

Oliver ha detto...

Hal aspetta, non confondere le cose. Doloretti vari, vesciche, unghie nere, stanchezze, tutto normale all'interno di un programma di allenamento. A volte però il dolore è diverso, lo capisci subito che non è la solita cosa. Ad esempio, venerdì alla fine dell'allenamento era molto ben localizzato nella parte bassa del polpaccio, è apparso dopo un indurimento deciso e non passava. Ero vicino ad una contrattura, ma il dolore minore indicava solo affaticamento. Hai due strade lì, ti fermi e sistemi, prosegui e nel 90% dei casi fai disastri.
E' stato per un errore mio questa volta, ma in ogni caso un massaggio di scarico ogni tanto aiuta a prevenire parecchi infortuni. Costa, vero, ma quando ti fai mali li spendi tutti lo stesso.

Caio ha detto...

L'hai raccontata proprio bene! In bocca al lupo per la ripresa

Master Runners ha detto...

Mani di fata?
Se non ci fossero ste donne che maschi saremmo? :)

Patty ha detto...

come ti capisco..........ma tu sei un buon conoscitore di te stesso e questo è MOLTO importante ;-)))

GIAN CARLO ha detto...

dillo che sei masochista e che hai fatto carichi esagerati per il piacere di sentire dolore

Grezzo ha detto...

Mmm, credo che mia moglie sia abbastanza gelosa che l'unico massaggio che accetterebbe di farmi fare sarebbe da una vecchia ottantenne con l'artrosi ;)

lello ha detto...

cosa non si fa per farsi toccare da una donna

arirun ha detto...

..è veramente incredibile come certe manine piccole su corpicini esili a volte toccando i punti giusti riescano a sembrare gli arti di un coltivatore di patate Polacco tanto son forti!!DOLORE!!

franchino ha detto...

Io ho la fortuna di avere le mani sante in casa, e confermo che un buon massaggio accorcia e di parecchio i tempi di recupero, oltre a evitare probabili traumi muscorali.

Oliver qualche volta potresti sopperire con un buon bagno caldo.

Massimo ha detto...

Ahhhhh, come ti capisco......

Anonimo ha detto...

Peccato per questo inconveniente Oliver nella tua preparazione. Comunque io e Roby ti facciamo un grande in bocca al lupo per domenica ai campionati Europei.
Ciao ciao alla prossima

Ema & Roby