Stagionalità


STAGIONALITÀ DI SETTEMBRE
Verdure: aglio, barbabietola, basilico, bieta da coste e da taglio, bietola, broccolo, carota, cavolo cappuccio, cavolo verza, cetriolo, cicoria bianca, rossa, verde e bionda, cicoria catalogna, orchidea rossa e puntarelle, cipolla, costa, erba medica, fagiolo borlotto nano e rampicante, fagiolino, finocchio, fungo, grano saraceno, indivia riccia, lattuga romana, rossa e dei ghiacci, maggiorana, mais, melanzana, mentuccia, patata, peperone, pomodoro, porro, radicchio, rapa, riso, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, seme di girasole, seme di lino, seme di sesamo, soia, spinacio, zucca, zucchina ibrida chiara e scura.
Pesce: acciuga, alice, calamaro, cefalo muggine, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, ombrina, orata, pannocchia, pesce spada, ricciola, rombo chiodato, sarago, sardina, seppia, sogliola, spigola, tonno rosso, triglia, vongola verace.
Frutta: anguria, arachide, banana, cachi, cocomero, fico, fico d'india, limone, lampone, mandorla, mela, melagrana, melone, mora, nocciola, pera, pesca, pistacchio, prugna, uva.

martedì 21 settembre 2010

10x400

Da che mi ricordi non ho mai avuto dubbi, dovessi scegliere tra lavori veloci e lunghi la scelta cadrebbe sempre sui primi. Mi piace fare questi allenamenti, mi diverte, mi stimola. I tanti km ora non fanno parte della mia testa, non c'è spazio per loro. Me lo sentivo da un po' e la scelta di rimandare la maratona all'autunno del 2011, 2 anni dopo l'ultima, è forse una delle più azzeccate in vita mia...
Oggi l'allenamento prevedeva 10x400 su strada in 1'25" rec. 1', per chiudere 2km a 4'10". Non avendo praticamente tratti piani intorno a casa mia, sono riuscito a scovarne uno a malapena da 500m, solo leggermente collinare, se mi sposto da lì le pendenze diventano troppo affaticanti per le ripetute quando non servono lavori muscolari, almeno per me. Insomma, si fa il criceto avanti e indietro.
Non riesco a trovare equilibrio nei ritmi, il primo 400 passa in 1'25", il secondo in 1'21 e via così fino al 4°. Poi finalmente mi assesto, corro spingendo ma senza forzare eccessivamente, cerco di curare i difetti soliti come il chiudere o alzare le spalle, o chiudere troppo le braccia, mi controllo con l'ombra proiettata sull'asfalto. I tempi si stabilizzano sull'1'22"/23" e mi gratifica che la fatica sia "giusta", c'è ma il minuto di recupero è sufficiente a far correre bene anche la prova successiva.
Finisco i 400 soddisfatto e mi aspettano i 2km a 4'10" collinari, non si può scappare ora dalle salite. Ho sempre trovato difficile tararmi su andature più lente dopo le prove veloci; non riesco mai a capire, senza riferimenti, se vado troppo piano o troppo forte. Passa il minuto di recupero e parto, vado a sensazione e mi pare di andare piano, ma so per esperienza che è ingannevole; ai 500 passo in 2' netti sempre con la sensazione di trotterellare... mah... continuo a guardare l'orologio. Al 1000 passo in 4'03" e vado sempre sciolto, ora iniziano le due salite e non ho più riferimenti intermedi, mi affido sempre alla sensazione. Inizio ad estraniarmi e a pensare ad altro, alle macchine che passano, al bel sole, al massaggio che mi aspetta. Fiinisco i 2km in 8'07" praticamente incredulo per la facilità con cui sono passati.
Boh, ci sono stati giorni che quello stesso percorso mi ha visto sputare sangue per andature ben più lente, ma oggi le gambe avevano voglia di correre, e così un po' gongolante e incredulo mi avvio verso una bella doccia calda...

13 commenti:

teo ha detto...

ammazza che ritmo e che poco recupero...1' di recupero da fermo???hai già pensato a quale maratona autunno 2011 farai???ciao oliver,grande!:-)))

fathersnake ha detto...

Beato te..
io sono ancora nella fase "sputar sangue".

Oliver ha detto...

@Teo Di solito corricchio o cammino se i ritmi sono molto veloci, da fermo no altrimenti mi imballo. Nel 2011 andrò (mi tocco i maroni) a New York, ho il pettorale garantito e il viaggio me lo organizzo da solo.

@Father Pazienza e costanza, tranquillo che quella fase passa

theyogi ha detto...

per il fondo c'è sempre tempo, meglio sfruttarlo il tuo talento per la velocità....

Lucky73 ha detto...

proprio oggi ne parlavo di qs sensazioni ...ci sono giorni e giorni non c'è niente da fare ...

ti capita di sputar sangue un giorno e poi pochi giorni dopo sullo stesso allenamento volare ...

mentale o fisico ? Dubbio amletico! Io sono cmq sempre per il mentale a meno che il giorno prima hai traslocato tutta la casa :-))

Oliver ha detto...

@Yogi Più che talento mi diverto proprio!

@Lucky Per me tutti e due, la testa fa tanto ma mi è capitato anche di non recuperare e di correre come un'ameba, nonostante la testa avesse voglia. Mah.. mistero

Grezzo ha detto...

Quando in salita corri come in pianura, mi sa che il fisico c'è tutto In vista delle campestri mi sembra niente male.

Norge ha detto...

Ciao Oliver, penso che per un po'smetterò anch'io con le maratone, è tanto stressante e lunga la preparazione e poi basta un semplice contrattempo per poi magari vanificare il lavoro di 6 mesi. Meglio concentrarsi sui 10000 o la mezza. Ciao e complimenti, stai veramente andando alla grande.
Fausto/Norge

Patty ha detto...

ognuno penso deve sapere sfruttare le proprie capacità e tu sei MOLTO veloce :-D
anch'io lo scorso anno preparando la Maratona di Venezia mi sono infortunata...........probabilemnte non sono portata per le lunghissime distanze. Peccato però perchè a me piace correre a lungo.

Luca "Ginko" ha detto...

Ciao Oliver, mi sento similte a te ( a part il piccolo particolare che sono MOLTo più lento). I lunghi per me sono quasi uno strazio. Infatti doop la mezza mi voglio dedicare alle 10. Ho visto che ti sei iscritto alla dj ten. Ci sto facendo un pensierino così faccio quel famoso test prima di Cremona!

Oliver ha detto...

@grezzo Ora sto bene, venerdì inizio il famoso potenziamento per pareggiare le gambe e speriamo di stare ancora meglio

@Fausto Guarda, la cosa che patisco di più è proprio la preparazione della maratona, tanto che alla fine la gara diventa una liberazione. Per me ovvio.

@patti Di sicuro questi lavori mi piacciono di più, poi la velocità è relativa perchè davanti ne arrivano sempre tanti. Quello che però ho capito è che per i tanti km, a partire dalle mezze, devi arrivare e curare la forza muscolare. Solo così reggi bene la quantità.

@Luca Ormai prima di preparare una amratona mi chiedo "sai cosa ti aspetta, ne sei proprio convinto?", se la risposta è si mi metto in ballo. Con la testa che ho è un attimo piantare lì tutto e a mezza preparazione sarebbe idiota. Fai il test per due motivi, ti da brillantezza e poi ti da l'idea chiara di quanto vali. Empiricamente aggiungi 8"/10" secondi al km al ritmo che hai tenuto sul 10k. Il ritmo della mezza dovrebbe essere quello.

insane ha detto...

La lunga distanza mi da quèllo stimolo in più e MOLTA più soddisfazione una volta centrato l'obbiettivo.. concordo sul fatto che ogni tanto ci vuole qualche mese di "pausa",se ne prepari un paio distanti 4-5mesi tra loro vuol dire stare in ballo quasi 8 mesi tra tutto e perdi anche il piacere alla lunga..

nino ha detto...

certo leggere di andature piu lente, e per di più in salita, indicando un 4' e 10" fa specie. e proprio vero che tutto è relativo